Questo sito non utlizza cookies


Cosa fanno i Lions




printerStampa la pagina...



Dal 1917 i Club Lions offrono, a chiunque lo desideri, l'opportunità di rendersi utile alla propria Comunità realizzando progetti, sia di interesse locale come la salvaguardia del territorio e del patrimonio storico ed artistico, le attività rivolte alle scuole ed ai giovani, il sostegno alle iniziative umanitarie ed altro, sia di ampio raggio nazionale ed internazionale quale, principalmente, l'assistenza ai non vedenti di tutto il mondo.

Una delle prime e più influenti cause di cui i Lions si sono occupati è stata la lotta contro la cecità, che ebbe inizio nel 1925, quando Helen Keller (*) tenne un discorso alla Convention del Lions Clubs International a Cedar Point (Ohio, USA), esortando i Lions a diventare i "Cavalieri dei non vendenti nella crociata contro le tenebre". Da allora i Lions hanno lavorato senza sosta per realizzare il suo obiettivo di aiutare i non vedenti e gli ipovedenti.

Oggi i Lions hanno esteso i propri obiettivi e hanno dato la propria disponibilità per poter soddisfare le necessità e le richieste della comunità locale ed internazionale che sono in costante aumento.

Oltre ai programmi relativi alla vista, l'Associazione è impegnata a fornire servizi in moltissimi altri campi: possiamo ricordare le attività rivolte ai giovani, ai disabili, alla cura e prevenzione del diabete, alla crescita civile e culturale della società.

(*)Helen Keller è nota in Italia per il film "Anna dei Miracoli" del 1962, che racconta la sua vita (v.)

Nel corso degli anni l'Associazione si è data una struttura e ha adottato programmmi capaci di dare una risposta concreta a molte problematiche che via via si sono manifestate e che necessitano dell'aiuto di volontari esperti e capaci.

Qui di seguito un esempio di cosa fanno i Lions, attraverso l'illustrazione di alcune delle molte attività e programmi.


L.C.I.F. Lions Club International Foundation

L.C.I.F. logoLa LCIF è la struttura assistenziale del Lions Clubs International. La fondazione elargisce assistenza qualificata e fondi sotto forma di sussidi per servizi umanitari e di soccorso in seguito a disastri naturali. Così, ad esempio, per il terremoto dell'Aquila i Lions Italiani hanno raccolto circa 1 milione di Euro. La LCIF ha raddoppiato tale cifra, permettendo di destinare la somma complessiva di due milioni di euro alla costruzione di un centro sanitario polivalente, attualmente già portato a termine e consegnato alle Istituzioni Locali. La LCIF s'interessa, inoltre, del finanziamento e del progresso dei progetti relativi alla conservazione o al recupero della vista che sono tra le principali iniziative dei Lions.

Nel 2007 LCIF è stata classificata come migliore organizzazione non governativa (ONG) del mondo. In seguito a una valutazione indipendente di 100 organizzazioni internazionali, l'elenco dei candidati è stato ristretto a 34 organizzazioni. Su un totale di 445 società e organizzazioni che rientravano nella classifica delle ONG, LCIF si è classificata al "primo posto assoluto" per senso di responsabilità, implementazìone dei programmi, comunicazione, adattabilità dei programmi e collaborazioni. I donatori possono essere certi che ogni centesimo versato verrà destinato a progetti umanitari. I costi amministrativi vengono coperti dagli interessi percepiti sugli investimenti a lungo termine.

Il 100% delle donazioni è utilizzato per i fini indicati e ha un impatto diretto sulla vita delle persone in tutto il mondo. Il Consiglio Direttivo della LCIF analizza i progetti prima di assegnare i fondi. Il monitoraggio e la valutazione vengono svolti da consulenti tecnici, da valutatori esterni e dallo staff di LCIF.

Nella Classificazione di cui abbiamo detto sopra L.C.I.F. ha superato, tra gli altri, Rotary International, Habitat for Humanity, Unesco e UNICEF.

Con gli ultimi due, così come con molti altri rami delle Nazioni Unite, la LCIF collabora molto spesso.

La classifica è stata compilata dal Financial Times in collaborazione con Dalberg Global Development Advisers e United Nations Global Compact. Il giudizio è stato pubblicato sul rapporto speciale Corporate Citizenship and Philanthropy del Financial Times e pone l'accento sul crescente interesse delle società civili e statuali verso partnership a lungo termine per affrontare un sempre maggior numero di problematiche sociali.

L'articolo completo e la classifica pubblicata su Chronicle of Philanthropy sono ancora disponibili e consultabili sul sito del Financial Times.
(leggi l'articolo)      (guarda/scarica la classifica in formato PDF).


I Lions e i giovani: Lions Quest

Logo Lions QuestI Lions svolgono molti programmi internazionali a favore dei giovani. Ogni anno milioni di studenti migliorano le proprie doti ed acquistano sicurezza in sé stessi per poter vivere vite produttive, senza uso di droghe, grazie al programma del Lions Quest: il più valido ed efficiente per la prevenzione del disagio giovanile. Il progetto è rivolto soprattutto ai docenti della scuola media inferiore e del biennio della superiore, qualunque sia la disciplina di loro competenza, per prepararli, attraverso un corso di formazione intensivo, ad applicare la metodologia del progetto nelle classi. Gli organismi istituzionali che ne riconoscono la validità e che l'hanno approvato sono il Ministero della Pubblica Istruzione, i Provveditorati, l'Organizzazione Mondiale della Sanità e le Università Italiane.




I Lions e i Giovani - I LEO Club
Logo leoIn ogni parte del mondo, Leo's Clubs , sponsorizzati dai Lions, svolgono congiuntamente attività di servizio e organizzano speciali progetti di Istruzione e Cultura. I Leo's Clubs riuniscono i giovani della fascia junior (anni 14-18) e quelli della fascia senior (anni 19-28). Sono giovani attivi ed ammirevoli per l'impegno e la serietà di intenti con la quale perseguono il fine della solidarietà sociale, anche in risposta a coloro che considerano, con troppa faciloneria, i Giovani di oggi futili e disinteressati al Sociale.


I Lions e i Giovani - Gli scambi giovanili
Scambi Giovanili Lions
Tramite il programma Scambi Giovanili del Lions International, studenti si recano in paesi stranieri, dove vivono con famiglie locali, apprendendo culture diverse dalle proprie. Giovani disabili e meno favoriti prendono parte a Campi Giovanili organizzati dai Lions dove imparano a far fronte ai propri impegni.



I cani guida per i non vedenti- "Due occhi per chi non vede"
Servizio cani guida LionsIl Servizio Nazionale cani guida per ciechi Lions di Limbiate, Ente Morale Onlus, è da oltre 50 anni che addestra cani guida per non vedenti. Dal 1959, anno di fondazione, sono stati addestrati quasi 2000 cani che sono stati consegnati , in comodato gratuito, ad altrettanti non vedenti in tutto il territorio nazionale. Attualmente si addestrano ogni anno dai 48 ai 50 cani.
Il costo di un cane guida si aggira a circa Euro 25.000,00. I proventi provengono per il 45% dai Lions e Leo italiani, il rimanente da quote sociali, lasciti, legati e contributi di gente comune che apprezza il nostro lavoro di grande rilevanza sociale.
Il Centro di Limbiate è uno dei più importanti d’Europa per qualità e numero dei cani prodotti.
Dall’allevamento i cuccioli di circa 2 mesi e mezzo, vengono affidati alle famiglie volontarie (PUPPY WALKER) che, sotto la nostra guida e a nostre spese, li crescono fino ad un anno di età.
Dopo questo periodo vengono consegnati al Centro e, dopo una diagnostica completa, inizia il ciclo di addestramento della durata di circa 6 mesi.
Il non vedente, prima di avere in consegna il cane guida a lui assegnato, viene ospitato presso il Centro con un accompagnatore, sempre a spese del Servizio, per circa una settimana in modo di affiatarsi con il cane e apprendere dal suo addestratore tutte le informazioni utili per avere il massimo dal suo cane guida.
(per saperne di più...)


La raccolta occhiali usati

Servizio cani guida LionsL'attività consiste nel raccogliere occhiali dismessi ma in buono stato che vengono inviati al Centro Nazionale Lions di Chivasso, dove ottici e oculisti "volontari Lions" li selezionano, sterilizzano e catalogano.
Poi provvedono a farli pervenire a persone bisognose del Terzo Mondo che non avrebbero la possibilità di acquistarli. Un paio di occhiali, anche se usati, possono cambiare la vita a una persona.
Il Programma Lions è stato ufficialmente adottato a livello internazionale nell'ottobre 1994 ed è diventato un "servizio permanente", ma i Lions erano già impegnati nel riciclaggio degli occhiali usati da decenni.
Attualmente esistono parecchi centri, in diverse nazioni, che si occupano di raccogliere e riciclare questi occhiali, così come si fa nel centro italiano di Chivasso.
Per chi dona questi oggetti dismessi è un modo di rendersi grandemente utili, senza nessuno sforzo. Quasi tutti coloro che portano occhiali, hanno la necessità di cambiarli periodicamente e quindi spesso nei loro cassetti si accumulano piccole quantità di occhiali in buono stato ma non più validi per le loro necessità. La proposta dei Lions è "non li buttate via". Possono essere riciclati e fatti pervenire a chi ne ha veramente bisogno.
Ogni anno, il Lions Club di Valle Tiberina raccoglie e invia al Centro Lions di Chivasso parecchie centinaia di occhiali. In tutto il mondo nella passata annata lionistica ne sono state raccolte oltre cinque milioni di paia e, di quelli ancora validi, i volontari Lions ne hanno distribuito più della metà nei paesi in via di sviluppo.
Se dal vostro ottico non trovate la scatola con il logo Lions per la raccolta degli occhiali, e volete contribuire, consultate nella pagina contatti con chi potete raccordarvi. Vi saremo grati.


aidWeb: il Portale Lions sulle Malattie Rare

Servizio cani guida Lions1000 visitatori ogni giorno, da sessanta Paesi
È il luogo di incontro per i malati, le famiglie e chi si occupa di malattie rare il cui scopo è quello di far condividere le esperienze e accorciare esponenzialmente la ricerca di una soluzione.

Le malattie rare sono un po' come le stelle che, prese una per una, "contano" assai poco, ma mettendo assieme tutte le patologìe (sono quasi 7000!) coinvolgono 30 milioni di famiglie in Europa, 2 milioni in Italia.
aidWeb.org, il primo portale Italiano sulle Malattie Rare, è la risposta che i Lions hanno dato al tema, dieci anni fa, sull’onda di un caso affrontato con passione e intelligenza perché le Famiglie – che vivono tutti gli aspetti della patologia, non solo quelli medici – potessero confrontarsi e condividere, in una sorta di Agorà virtuale, esperienze, soluzioni, successi.
Lo si è progettato con la miglior tecnologia disponibile e cuore del sistema è il Forum su cui si affacciano, dieci anni più tardi, più di 1000 utenti al giorno, da sessanta Paesi.


Un albero per ogni Lions: piantiamo un milione di alberi

Bosco Lions - Un albero per ogni Lion Il Presidente Internazionale Wing-Kun Tam, all'inizio del suo mandato 2011-2012 ha lanciò una campagna dal titolo "Un albero per ogni Lion: piantiamo un milione di alberi". Questo suo appello è stato subito raccolto dai Lions di tutto il mondo e il numero di alberi piantati alla fine di questa campagna è stato molto più grande.
(Al 30 giugno 2012 il numero di alberi piantati ha raggiunto la considerevole cifra di oltre 15 milioni di alberi messi a dimora dai Club - (Fonte: Sede Centrale - www.lionsclubs.org)

Ma, per dimostrare la lungimiranza dei Soci anche a livello di Club, è "obbligo" dire che già nel 2008, una Lion della zona a nord di Roma, la compianta Socia Rita Calisi, aveva avuto l'idea - affermata e perseguita con forza - di proporre una azione collettiva del Lions del Lazio, della Sardegna e dell'Umbria, per creare quello che sarebbe stato chiamato il "Bosco Lions" da realizzarsi in conformità con le disposizioni del Protocollo di Kioto. La sua idea, fatta propria dal Club di Campagnano Nepi e da altri Club della zona, quali il Valle Tiberina e il Passo Corese-Sabina Gens, fu presentata al Congresso Distrettuale di Arborea dell'aprile 2008 come proposta di "Service Distrettuale" e risultò vincente nei confronti di altre encomiabili iniziative.
Purtroppo la prematura scomparsa dell'amica Rita le ha impedito di proseguire nella sua opera che è stata raccolta e continuata con forza e tenacia da un altro Lion, Carlo Antellini il quale mettendo a disposizione dell'Associazione la sua indubbia competenza e dedizione ha portato a termine, il 6 aprile 2012, la piantumazione di 27.080 alberi sul Monte San Martino, nella località di Fara Sabina, a nord di Roma.
In una suggestiva cerimonia inaugurale il bosco è stato intitolato al fondatore dell'Associazione, Melvin Jones.


Campagna Lions contro il Morbillo: 1 dollaro = 1 vaccinazione = 1 vita salvata

Campagna Lions contro il morbillo - 450 bambini muoiono ogni giorno a causa del morbillo.
- Quasi il 30% dei bambini che contraggono il morbillo soffrono di complicazioni quali perdita della vista, dell’udito o danni cerebrali.
- Ogni dollaro donato per porre fine al morbillo potrebbe salvare la vita di un bambino.

Ogni anno, una calamità colpisce silenziosamente migliaia di famiglie. Benché non venga menzionata dal telegiornale o sui giornali, essa provoca la morte di 450 bambini al giorno.
Il morbillo è una delle malattie più contagiose al mondo, ma è facilmente prevenibile grazie ad un vaccino semplice e poco costoso. Le morti provocate dal morbillo sono una calamità che non dovrebbe mai verificarsi. Eppure, l’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che, a meno che non vengano intensificate le attività di vaccinazione, il numero di bambini colpiti da cecità, perdita dell’udito, danni cerebrali e morte a causa del morbillo potrebbe aumentare considerevolmente entro il 2013.
L’Iniziativa contro il morbillo è stata fondata nel 2001 sull’idea che anche una sola morte dovuta al morbillo è una morte di troppo. Dal momento della sua creazione, l’Iniziativa ha vaccinato un miliardo di bambini. Tale incredibile risultato ha portato ad una riduzione del 24% della mortalità infantile nel mondo. Ogni volta che un bambino viene vaccinato, l’Iniziativa contro il Morbillo si avvicina al proprio traguardo: debellare il morbillo entro il 2020.
Per meno di 1 dollaro, un bambino può essere reso immune al morbillo per la vita, rendendo tale vaccino uno degli interventi sanitari più efficaci che esistano in termini di costi-benefici.
La Fondazione Bill & Melinda Gates riconosce l’importanza del ruolo che i Lions possono svolgere aiutando i bambini ad avere la possibilità di vivere una vita sana. Nel 2010 la Fondazione Gates ha concesso a LCIF un sussidio che ha consentito ai Lions di sostenere le attività dell’Iniziativa sul Morbillo attraverso la mobilitazione e il supporto sociale.
I risultati di tale collaborazione sono stati sbalorditivi. In un anno soltanto, i Lions e LCIF hanno sostenuto la vaccinazione di quasi 41 milioni di bambini!
Nonostante il successo eccezionale, il nostro lavoro è appena cominciato.
Nell’ottobre 2011, la Fondazione Bill & Melinda Gates si è rivolta ai Lions perché questi accettassero una nuova sfida, offrendo alla LCIF la donazione singola più generosa mai ricevuta: 5 milioni di dollari!
La Fondazione Gates utilizzerà tale storico dono offrendo 1 USD per ogni 2 USD che i Lions riusciranno a raccogliere per contribuire a debellare il morbillo.
Insieme, la LCIF e la Fondazione Gates contribuiranno a raccogliere un totale di 15 milioni di dollari entro il 30 giugno 2012.
Ogni dollaro fornirà un vaccino ad un bambino, offrendo a quel bambino la possibilità di vivere una vita sana!


COMUNICATO del 24 ottobre 2012 sulla "Campagna contro il morbillo"
Ce l'abbiamo fatta!
È con sommo piacere che comunico che i Lions hanno raggiunto l'obiettivo posto dalla sfida della Fondazione Gates!
Lo scorso anno, i Lions di tutto il mondo si sono uniti per sostenere Un vaccino, una vita: l'Iniziativa Lions per la lotta al morbillo, offrendo l'incredibile contributo di 10 milioni di dollari per aiutare a porre fine ai decessi e alle malattie provocate dal morbillo. Che risultato spettacolare!
Come noto, la Fondazione Bill & Melinda Gates aveva promesso un contributo integrativo di US$1 per ogni US$2 raccolti da noi, se fossimo riusciti a raccogliere US$10 milioni. Pertanto, avendo raggiunto tale obiettivo, i Lions saranno in grado di offrire, quest'anno, un totale di US$15 milioni per contribuire a proteggere i bambini di tutto il mondo dalle conseguenze del morbillo, quali danni cerebrali, perdita dell'udito, cecità e morte. La dedizione dei Lions a combattere questa malattia mortale è una chiara dimostrazione del nostro profondo impegno a favore della protezione della salute e del benessere dei bambini più vulnerabili. Abbiamo dimostrato al mondo che non siamo solamente i Cavalieri dei non vedenti, ma anche i protettori dei bambini.
L'aver vinto la sfida Gates è stato possibile grazie agli sforzi di tutti i Lions; tuttavia, i soci di tre paesi hanno contribuito quasi 6 dei 10 milioni di dollari raccolti, e meritano, pertanto, dei ringraziamenti speciali. I Lions del Distretto Multiplo 300 - Taiwan hanno contribuito US$2,9 milioni, i Lions del Giappone hanno mobilitato US$2 milioni e quelli della Corea hanno offerto quasi 1 milione! Sono davvero molto grato ai nostri soci Lions dell'OSEAL per la loro straordinaria generosità.
Molti di voi mi hanno recentemente chiesto se la Fondazione Lions Clubs International continuerà ad impegnarsi nella lotta contro il morbillo una volta raggiunto il risultato dei 10 milioni di dollari. LCIF sta al momento lavorando con la Fondazione Gates per stabilire quale sarà la strada da percorrere in futuro; è mio sincero auspicio che i Lions di tutto il mondo continuino a costruire su questo straordinario risultato.
Come Presidente della Fondazione e padre di tre ragazzi che godono di ottima salute, vi ringrazio con tutto il cuore dell'impegno dimostrato nella lotta contro il morbillo. I Lions stanno offrendo ai bambini del mondo un dono preziosissimo: la possibilità di vivere una vita sana. La mia speranza è che presto arrivi il giorno in cui la vita di nessun bambino verrà accorciata dal morbillo. Sono molto orgoglioso di poter dire che quando quel giorno meraviglioso arriverà, sapremo che esso sarà stato reso possibile, in parte, dall'impegno profuso dai Lions.

Cordiali saluti,
Wing-Kun Tam
Presidente, Fondazione Lions Clubs International


Un Vaccino, una Vita
Continua la Campagna mondiale contro il morbillo.

Campagna Lions contro il morbillo
Con la precedente campagna di raccolta fondi effettuata dai Lion a livello mondiale (nell'anno 2012) sono stati raccolti 10 milioni di dollari USA ai quali se ne sono aggiunti altri 5 donati all'Associazione dalla "Fondazione Bill & Melinda Gates". Con questa somma è stato possibile vaccinare e immunizzare contro il morbillo, nell'anno, più di 15 milioni di bambini.
Visto il successo dell'iniziativa, il "Lions International" si è dato l'obiettivo di raccogliere entro il 2017 (anno del centenario dalla fondazione dell'Associazione) la somma di 30 milioni di dollari. Un particolare accordo di collaborazione con la GAVI Alliance, con il Dipartimento Britannico per lo Sviluppo Internazionale (Department for International Development - DFID) e, di nuovo, con la Fondazione "Bill & Melinda Gates" porteranno la raccolta a 60 milioni di dollari. La società produttrice del vaccino collaborerà valutando il costo a soli 50 centesimi di dollari per dose. Questo permetterà di vaccinare oltre 120 milioni di bambini. La dedizione dei Lion in questo campo è una dimostrazione del nostro profondo impegno a favore della salute e del benessere dei bambini più vulnerabili.




-o-o-o-



I Lions Clubs "ogni due minuti" portano a termine un'Attività di Servizio con un impegno finanziario annuale di oltre 500 milioni di dollari USA, mettendo a disposizione della comunità oltre 70 milioni di ore di servizio disinteressato. Ogni anno la nostra Associazione evita la morte per denutrizione e malnutrizione di più di 1.500.000 bambini.

Che si tratti di una vita che migliora grazie ad un paio di occhiali riciclati o di milioni di persone che ricevono cure per l'oncocercosi (cecità da fiume), tutto quello che facciamo come Lions è importante. I numeri sono un modo semplice per tenere traccia di ciò che facciamo, ma è difficile misurare l'impatto reale del nostro lavoro sulle persone e sulle comunità, così come è difficile misurare la ricompensa emotiva che i Lions traggono dall'aiutare le persone che hanno bisogno.


Ecco comunque qualche numero su "cosa fanno i lions", ovvero sull'attività Lions (al giugno 2013)


Guarda il video girato per il novantesimo dell'Associazione (1917-2007)
(Video realizzato e posto on line per gentile concessione della
Telpress Spa - Rieti - Italy)

Attività Lions 1917-2007

Formato WMV (20 MB)

Formato MP4 (56 MB)





Se pensi che anche Tu puoi dare una mano... contattaci!

printerSe pensi che ti possa interessare... stampa la pagina!